Chi Siamo

contattaci a mobileteatro@gmail.com

L’associazione Teatro Mobile, nasce da 25 anni di teatro indipendente e ricerca multidisciplinare del regista Marcello Cava (ha messo in scena testi del repertorio classico, di grandi autori del Novecento e di autori contemporanei ed ha lavorato con molti prestigiosi attori italiani e per i principali teatri nazionali) e di Pina Catanzariti (autrice teatrale e dramaturg, ha tradotto e adattato testi di grandi autori come Ballard, Brecht, Eschilo, Genet, Jonesco, Majakovski, Sartre, Seneca e Shakespeare).

 

Il lungo percorso teorico e pratico, alla ricerca di nuove forme e significati dello spettacolo inteso come attività di politica culturale, è iniziato nel 1996 con la riapertura simbolica, che inventava e realizzava nuovi possibili utilizzi di uno  spazio culturale abbandonato, il vecchio Teatro Jovinelli di Roma, inutilmente vincolato e poi demolito. Si è sviluppato, da allora, con progetti diversi: il videoteatro (Baal), il lavoro su testi antichi per luoghi della memoria, il progetto Spaziaroma per una ricognizione dei luoghi da recuperare di Roma, i progetti su Sartre, Brecht e altri grandi autori del Novecento, la collaborazione con scuole ed università, la realizzazione di un nuovo Carro di Tespi che ha gettato, infine, le basi del concetto di Teatro Mobile come risposta attiva alla perenne mancanza di luoghi permanenti.

Teatro Mobile non preclude l’utilizzo di un luogo tradizionale come un teatro, ma si rivolge in particolare a progetti legati alla scoperta di luoghi significanti del nostro patrimonio culturale (musei, aree archeologiche e naturali, spazi urbani etc) con formule di grande efficacia e completamente non invasive: il progetto Teatro Mobile è infatti soprattutto (ma non solo) teatro in cuffia e nasce da un bisogno concreto del pubblico di nuovi stimoli di percezione visiva e spaziale, in un originale connubio sinergico tra attività e beni culturali e tra patrimonio immateriale e materiale.  

L’associazione TEATRO MOBILE ha tra i suoi soci fondatori AURELIANO AMEDEI, MARCELLO CAVA e PINA CATANZARITI, a vario titolo professionisti della cultura e dello spettacolo con esperienze pluriennali, svolge attività culturali, artistiche e spettacolari con particolare attenzione alla ricerca e alla multidisciplinarietà.

In particolare l’associazione collabora con istituti scolastici ed università e coinvolge attivamente, nell’ambito del progetto TEATRO E SCUOLA, studenti e docenti insieme a professionisti (artisti anche di chiara fama e collaboratori di consolidata esperienza).

L’associazione non preclude l’utilizzo permanente di un luogo tradizionale come “un teatro” ma si rivolge in particolare a progetti  legati all’utilizzo di luoghi significanti (musei, aree archeologiche e naturali, spazi urbani etc) con formule “mobili” di impatto e non invasive.

La sua “mobilità” nasce dall’utilizzo di formule di spettacolo e cultura non riconducibili a forme tradizionali: nel 2016 la sperimentazione si è sviluppata su proposte legate a formule di TEATRO IN CUFFIA e all’uso di un prototipo di Nuovo Carro di Tespi chiamato appunto TEATRO MOBILE.

Quest’ultimo è un automezzo modulare di piccole dimensioni che aprendosi, in pochi minuti diventa un palcoscenico completamente e modernamente attrezzato, pronto ad ospitare il teatro, la musica, la cultura e lo spettacolo. Una scatola magica che contiene tutta la tecnica e l’arte dentro di sé, capace di adattarsi ai contesti più diversi: un camion che arriva, si apre ed è subito spettacolo! Un palco attrezzato per incontri pubblici, spettacoli, concerti, dj set ed eventi multimediali. Nelle sue incursioni, possibili in ogni luogo, da aree naturali a spazi metropolitani (utilizzo di strutture allestitive eco-sostenibili), può essere usato come “testuggine” per eventi improvvisi e blitz culturali. Può facilmente collegarsi al web e trasmettere audio e immagini in streaming; in movimento è una “vela” pubblicitaria che, come un pifferaio magico, attira la gente al “luogo dell’evento”. La grande agilità del “mezzo” consente di “promuovere attraverso l’arte e la cultura una maggiore vivibilità degli spazi pubblici differenziando le modalità di partecipazione del pubblico con articolazioni originali nei tempi e nelle forme di realizzazione”. Il teatro mobile è stato utilizzato in alcune manifestazioni promosse presso la Città dell’Altra Economia – Campo Boario Testaccio.

L’associazione ha collaborato, proponendo la formula di TEATRO MOBILE PER SPETTATORE AUDIORICEVENTE,  alla realizzazione di VIAGGIO CON GIULIO CESARE anteprime aprile 2016 nell’ambito di SHAKESPEARE 2016 MEMORIA DI ROMA e alla sua riproposizione in altri contesti (Cave di Marmo di Tivoli Guidonia luglio 2016, workshop Michelangelo, Università La Sapienza ottobre 2016) ed ha poi promosso, per ESTATE ROMANA 2016 la manifestazione SHAKESPEARE E L’IMMAGINARIO DI ROMA.

Ha poi collaborato con l’associazione Walter Benjamin alla realizzazione del progetto BRECHT 2016 TRE OPERE DA TRE SOLDI (settembre 2016).