Uncategorized

Nel Parco Archeologico di Ostia Antica ANTIGONE POSSIBILE, la riscrittura di ANTIGONE di Pina Catanzariti, apre la riflessione sulle Memorie antiche che poi si sviluppano sul tema della natura e dell’uomo: Paolo Musio interpreta il DE RERUM NATURA di Lucrezio, lettura scenica sonorizzata e sperimentale in latino e italiano.

Le Memorie antiche passano poi all’ immaginario di Roma: dall’immenso patrimonio letterario della cultura latina prenderanno voce alcuni testi di OVIDIO (con Pietro Faiella e Liliana Massari), PLAUTO (con Paolo Musio) e dei poeti latini sui temi dell’amore. Con Galatea Ranzi si proporrà inoltre l’unica tragedia antica con personaggi storici e non mitologici: OCTAVIA da Seneca vede in scena Nerone, Ottavia, Poppea ed Agrippina in una spietata analisi di individuo e potere quantomai attuale.

Passati al Parco Archeologico dell’Appia Antica, dopo la riscrittura in forma di war game e road movie della storia fondativa di Roma degli ORAZI E CURIAZI fatta in forma di dramma didattico da Bertolt Brecht, i “viaggi in cuffia” si concluderanno con DOPPIO SOGNO, un’opera sperimentale ed onirica da Apuleio a Shakespeare (con, tra gli altri, Raffaele Gangale e Tiziana Lo Conte).

Tutti gli eventi, riservati ai visitatori del Parco, gratuiti, previa prenotazione, saranno regolati purtroppo dalle rigide norme antipandemiche in vigore e, a causa di queste restrizioni, saranno rimodultati per garantirne una fruizione in streaming nel sito www.teatromobile.eu sia secondo il programma, sia, in forma sintetica, per fruizioni successive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *